lunedì 31 dicembre 2012

Il Natale che non c'è stato


Questo per noi è stato il Natale che "doveva essere ma non è stato". Ci eravamo impegnati in maniera maniacale affinchè tutto fosse perfetto e tutto a casa "profumasse" di atmosfera natalizia. Io avevo appeso in ogni angolo addobbi e cuoricini. Avevamo preparato i biscotti con le formine che si tirano fuori solo a dicembre. I miei figli erano giorni che si esercitavano per suonare, una con il flauto e l'altro con la tastiera, canzoni natalizie (in realtà volevano adirittura fare un concerto:))) Ma alla fin fine uno dopo l'altro tutti gli invitati si sono ammalati e noi... siamo rimasti soli soletti e con poca voglia di festeggiare!!!  Parenti ammalati e amici fuori città... non c'è che dire proprio un bel connubio! Per fortuna in questi giorni il tempo ci ha sorpreso regalandoci delle giornate quasi primaverili con un solo abbagliante e così in barba al Natale e alla sua neve da protocollo, noi siamo scappati per una giornata al mare!!! E che giornata!! Il mare era piatto, non c'era un filo d'aria e la bassamarea aveva portato in superficie degli autentici "tesori" per i miei figli... divertimento assicurato.
Con tutto questo discorso non voglio certo dire che queste vacanze sono rovinate, anzi. Anche perchè come vi avevo preannunciato siamo in partenza... tra poche ore si parte!!! Ci si rivede l'anno prossimo....

giovedì 13 dicembre 2012

Siete delle ragazze a posto?


Lo sapete vero che sono su FB? Beh a volte me ne dimentico anch'io.... ma di recente ho scoperto un gruppo che mi ha talmente stregato che non posso più fare a meno di farci una visitina almeno una volta al giorno!!
All'inizio mi sembrava uno di quei gruppo di casalinghe perfettine, poi quando mi sono resa conto che arrotolavo i maglioni (come in questa foto) http://www.facebook.com/photo.php?fbid=3486949379108&set=oa.383199068414588&type=1&theater, e iniziavo a sistemare i cassetti, e che questo mi faceva stare meglio, ho pensato che forse tanto "matte" non lo erano, anzi a volte sono geniali nel trovare soluzioni!!!
Quindi se avete di paura di aprire un'anta dell'armadio sapendo che vi si rovescerà tutto addosso... non esitate a chiedere consiglio; nel giro di pochissimo qualcuno avrà trovato la soluzione per voi!
Anche perchè sistemando le nostre cose e buttando via quello che non ci serve più ma che ci ingombra, riusciamo a fare ordine anche dentro noi stessi per affrontare la vita in maniera più leggera, e perchè no facendo spazio a nuove energie. Di recente ho partecipato ad una serie di incontri formativi che avevano come oggetto questi concetti. Se vi interessa possiamo parlarne in un altro post.
Nel frattempo andate a dare un'occhiata a queste "ragazze".

sabato 8 dicembre 2012

Un tocco di rosso


Oramai è innegabile, il clima natalizio inizia a farsi sentire dappertutto. Così anche la casa cambia tonalità e inizia a prepararsi vestendosi di rosso. Non mi ero mai resa conto che dei semplici arbusti in giardino mi potessero regalare proprio per questo periodo degli ornamenti in tema con le loro bacche.


Così in maniera molto semplice ho iniziato a usarli per decorare vari angoli di casa.


Li ho anche usati per comporre una mia semplicissima e casalinga corona dell'avvento



Non amo comperare le corone dell'avvento, così ogni anno con quello che ho già, cerco di crearne una tutta mia.



La prima candela è già stata accesa, e con essa vi auguro una buona attesa!




mercoledì 28 novembre 2012

Sono una cattiva blogger

Ci sono fior fior di decaloghi e consigli che girano sul web su come gestire un blog di successo:
1. Aggiornare spesso il blog - è più da una settimana che non agggiorno!!!
2. Scegliere bene il titolo - io mi lascio ispirare dal momento!!!
3. Rispondere sempre ai commenti - io cerco (lo giuro) di rispondere sempre ma non sempre ce la faccio!!! (ringrazio qui tutte per i bellissimi commenti al post precedente:)))
4. "Promuovere" il blog e relativi post tramite i social network - io non sò perchè ma sono allergica a Facebook, Twitter, etc.
5.....
6.....
e via dicendo.....
Tutto questo per dire che questo blog segue di pari passo l'andazzo della mia vita reale e che i miei post sgorgano in maniera spontanea e non "obbligata". Almeno in questo mio spazietto virtuale voglio essere io l'unica a gestire i miei tempi. Per questo motivo non ci saranno sempre post freschi e magari di pubblico interesse.
E poi c'è la vita reale che prende il soppravento e che mi attanaglia con dei terrificanti mal di testa (suggerimenti? ne ho provato di tutti i colori);



si aumenta in famiglia (ce n'era il bisogno? secondo i mie figli era necessario)....

la nuova arrivata

Ma come sempre ci sono anche gli aspetti più che positivi che hanno bisogno della mia attenzione, come il prossimo viaggio che stò pianificando (non riuscirei a andare da nessuna parte se non fosse tutto organizzato e programmato)...

si accettano suggerimenti...

alla prossima... spero il prima possibile:))

martedì 13 novembre 2012

Advent calendar DIY


Era da tanto tempo che volevo un calendario dell'avvento completamente fatto da me. Un calendario fatto con materiali semplici e perchè no riciclati. L'unica cosa di cui ero certa era che quest'anno non avrei comprato quelli al supermercato, sempre uguali tutti gli anni.


Però anche se cercavo idee in giro (specie nel web dove ce ne sono di fantastici) non riuscivo a trovare quello che faceva per me. Finchè mi è capitata sotto mano della carta da pacchi che avevo avanzato tempo fà. E quindi l'illuminazione: carta, avanzi di stoffa e bottoni, stickers tutto completamente riciclato.
Voglio quindi condividere con voi questi semplicissimi step per poterlo realizzare:


1. Ritagliate delle sagome della grandezza e forme desiderate (io ho scelto un pino, una stella, un guantino e una palla di Natale). 
2. Riportate le sagome sulla carta doppia e cucite seguendo i segni fatti, non senza aver inserito tra le carte un cioccolatino, una caramella o semplicemente un biglietto con un pensiero. Poi ritagliate con la forbice a zigzag a circa 5 mm dalla cucitura (la foto non è corretta perchè io le avevo già tagliate e mi ero dimenticata di fare le foto:)))
3. Attaccare con un filo di colla a caldo sul retro dello spago (o nastrini) e sul davanti attaccatte le varie decorazioni.


4. Non vi resta che appenderle per casa....


Un'idea in più? Quando è il momento di aprirli, fatelo sul retro, conservando intatto il davanti, così potrete appendere sull'albero di Natale tante nuove decorazioni!!!! 

Con questo post partecipo al Link party di Topogina

giovedì 8 novembre 2012

I miei detersivi


Fino a non poco tempo fà a casa mia il ripiano dei detersivi era così pieno da far invidia a quello dei supermercati. Il detersivo per i piatti, quello per la lavastoviglie, quello per i pavimenti, quello per i mobili, per il bagno etc, etc... in un tripudio di plastica e di petrolio!!! Tutto molto inquinante e nella maggior parte dei casi inutile. O per lo meno non indispensabile, perchè ho capito leggendo in giro nel web che si potevano sostituire i detersivi più comunemente usati con pochi prodotti che di sicuro abbiamo già in casa. Basta veramente poco. Acqua e aceto in uno spruzzino vuoto e si risolve il problema dell'anticalcaree per i lavelli. Lavelli che possono essere lavati con il bicarbonato che è uno sgrassante. Ho iniziato a usare il bicarbonato anche al posto dell'ammorbidente sulla lavatrice. E se proprio vogliamo rimanere fedeli ai detersivi almeno compriamoli alla spina.
Comunque basta digitare "detersivi fai da te" su google perchè si apra un mondo di consigli  e letture interessanti (una su tutte Ester in http://www.mammafelice.it/2012/10/26/una-casa-splendente/).
Penso sia diventato un obbligo morale essere più sensibili verso certe problematiche, cercando di coinvolgere e motivare anche i nostri figli in queste scelte. E mi rendo conto che per fortuna se ne parla sempre di più anche in TV. Avete mai visto "Mister Green"?


Io non guardo molta TV quindi ho riguardato le puntate che mi interessavano sul sito http://www.la7.it/arrivamrgreen/index.html. Per esempio lui consiglia un detersivo fatto in casa con il sapone di marsiglia come principale ingrediente che stò sperimentando sulla mia lavatrice.
Nel frattempo leggo, mi informo, sperimento e diffondo... voi che detersivi avete?



lunedì 5 novembre 2012

Il coraggio di provarci

Inizio settimana buio, con mille problemi e arrabbiature e pure con la pioggia!!! Poi per caso mi imbatto nel post di mammafelice e penso subito: "Ma è stato scritto per me!?!?!". All'inizio non ci faccio caso, non voglio  fare certi pensieri, ma alla fin fine le sue parole mi rimbalzano in testa e non mi abbandonano. Lavo i piatti e mi tornano in mente le sue parole sul sogno che ognuno di noi ha e il perchè nella maggior parte delle volte abbiamo smesso di crederci. Dò il bacio di buonanotte ai miei figli e penso al suo modo di intendere la creatività. Così decido. E decido che non posso rinviare a domani, che voglio iniziare da ora ad "autoprodurmi" la mia di felicità.

Nel mio caso la felicità passa attraverso un sogno-progetto che ho intrapreso un pò di tempo fà. Avevo diffuso la cosa solo a parenti ed amici per la mia solita paura di fare figuracce. Non sono proprio brava a pubblicizzare me stessa e quindi non avevo nemmeno il coraggio di mettere nel blog il link a un negozio on-line che ho  aperto. E mi sà che se non lo faccio ora sull'onda d'urto emozionale provocato dalle parole di mammafelice... beh non lo faccio più.
Quindi trattenendo il respiro... ecco questo è il mio negozio:



Non è di certo nè il primo nè l'ultimo negozio del genere, ma è il mio e posso assicurarvi che per me tutte le creazioni esposte sono frutto di impegno e di passione. Detto da una persona che fino a pochi anni fà non riusciva a tenere un ago in mano....

Ho assolutamente bisogno dei vostri pareri

sabato 3 novembre 2012

Bardolino


Finalmente in questo lungo ponte del 1° Novembre siamo riusciti a ricavarci un giorno per fare una piccola gita con amici. Destinazione Bardolino, lago di Garda. E qui è necessaria una premessa in generale sui laghi, perchè io non li ho mai amati particolarmente. I sentimenti che mi suggerivano erano tristezza, malinconia e forse anche li associavo a un turismo per persone anziane. Non chiedetemi perchè, ma per me era così.
Inutile dire che invece cominciando per esempio a conoscere il lago di Garda attraverso Peschiera e Sirmione già cominciavo a cambiare idea. Idea cambiata definitivamente oggi quando sono rimasta affascinata da Bardolino... anche se sotto la pioggia.


E di pioggia giuro ne è venuta giù davvero tanta!!!! Anche se siamo riusciti a fare qualche "metro" senza ombrello!!!



Ogni vietta del centro storico era carica di angolini tipici a cominciare dalla.... pavimentazione


e le gallerie d'arte?


e il piccolo porticciolo???


Di sicuro ci ritorneremo, spero con il sole:)))
Ma tra starsene tutto il giorno a casa sul divano per paura di bagnarsi, o muoversi lo stesso muniti di ombrelle, immagino abbiate già intuito cosa preferisco fare!!!!


domenica 21 ottobre 2012

Weekend


Quello appena trascorso è stato un weekend carico di tante emozioni e di tante avventure. Ovviamente in primis mi riferisco alla fiera di Vicenza, che colpisce ancora prima di entrare, con le installazioni di urban knitting...


E poi all'interno un caleidoscopio di colori e novità, anche se erano molto le cose viste e straviste. Oramai la fiera di Vicenza è diventato un'appuntamento irrinunciabile anche perchè riesco a incontrare proprio qui amiche che abitano lontano.


E poi tanta e tanta gente (praticamente tutte donne) da rendere quasi impossibile vedere certi stand...


Anche se trova spazio una mia piccola e personale polemica. Mi riferisco al dilagare di cartelli più o meno grandi appesi praticamente dappertutto e recanti le frasi: No foto - Non toccare - Se vi piacciono le nostre idee imprimetele nella testa e non fotografare (più o meno diceva così).  Mi sono divertita quindi a fotografare l'unico che permetteva di fotografare. Ma io dico dove sono? Ho pagato un biglietto (che proprio economico non è), vengo in una fiera perchè ritengo che le fiere servano per veicolare idee nuove, che siano il momento giusto per poter vedere di persona materiale che altrimenti vedrei solo sul web, e fra poco mi impediscono anche di guardare... ma qualche dubbio mi viene. Così una mia personale "crociata" l'ho messa in atto: nei stand che recavano No foto e via dicendo, o che ricordavano divieto di qualsiasi tipo... io NON HO COMPRATO!!!
Comunque a parte tutto ne è valsa la pena anche se alla sera ero distrutta!!!

E così il giorno dopo che era domenica ho cominciata nella maniera più rilassante possibile: colazione al bar con pasticcino di "stagione"


Ma chi di voi era in fiera sabato???



giovedì 18 ottobre 2012

Uncinetto...a noi due!!!


L'avevo accennato nel post precedente, sto sperimentando l'uncinetto!!! Si perchè dire che sto facendo qualcosa a l'uncinetto sarebbe dirla troppo grossa.
Mia mamma cuce da sempre abiti, cappotti, costumi da mare (quando ero piccolina) e addirittura vestiti da sposa, tutto da autodidatta... un grande dono, peccato che non abbia anche il dono e la pazienza per l'insegnamento. Mia nonna sapeva fare veramente di tutto, ma soprattutto usava da Dio l'uncinetto e i ferri da maglia, si faceva anche i calzini. Ma quando era ancora qui con noi io avevo in mente di tutto tranne che farmi insegnare i ferri!!! Adesso se fosse ancora qui perderei giornate intere per le sue preziose spiegazioni. Tutto questo per dire che alla fin fine mi sono sempre arrangiata nel fare quelle due cose che so fare, ma ultimamente mi sono proprio intestardita con l'uncinetto e volevo farvi partecipi dei miei progressi. Avevo provato a consultare libri ma mi arenavo sempre, così dopo aver visto la bellissima iniziativa di paneamorecreatività http://www.paneamoreecreativita.it/blog/2012/09/la-collana-uncinetto-punto-catenella/ ho deciso che volevo provarci assolutamente. Ogni mercoledì una lezione con una maglia diversa e un tutorial spiegato passo dopo passo in maniera veramente semplice.
Per il momento ho finito la collana alla quale io ho aggiunto una perla in similargento, più che altro per ravvivare un pò e dare un pò di luce visto che ho usato l'unica lana che avevo, ed era di colore marrone.
Il risultato? Beh intanto è una gran bella soddisfazione almeno averla finita, poi c'è sempre tempo per migliorare no?

sabato 13 ottobre 2012

Ritmi frenetici


Ci sono, ci sono... ma a volte i ritmi vorticosi quotidiani non mi lasciano nemmeno il tempo di scrivere due righe. Adesso che mi sono imposta di sedermi, mi rendo conto che il tempo è proprio volato dall'ultimo post. Ho passato non so quante ore in cucina a impastare, infornare e... a controllare di non bruciare tutto.



Ho trovato scuse rocambolesche per nascondere il regalo un pò "ingombrante" al mio piccolo festeggiato, che mi ha letteralmente travolto saltandomi in braccio quando ha visto di cosa si trattava. Di sicuro non si sarebbe mai aspettato un calciobalilla... ma da come è proseguita la serata mi sono resa conto che erano forse più entusiasti gli adulti dei bambini, anche gli over 70!!!
Ed è bello rendersi conto di come si possono trovare strade nuove per arrivare comunque all'obbiettivo prefissato.  Di questi tempi in generale è meglio evitare spese inutili, ma questo era proprio il regalo che volevamo fargli e quando mi è venuta l'idea di provare a cercarne uno in rete usato ma messo bene, abbiamo trovato subito questo. Fatalità era in un paese vicino a uno in cui mio marito doveva per lavoro recarsi. Quindi dopo averlo visto, e constato il suo ottimo stato ce lo siamo portati a casa con pochissimi euro.



Sono anche finalmente riuscita a organizzare una festa di compleanno in giardino solo con un pallone, amichetti sinceri e tanta voglia di giocare. Riuscitissima!!! Ottobre infatti può regalare ancora delle giornate calde, ma per paura di incappare in una giornata fredda i scorsi compleanni ho organizzato sempre tutto al coperto. Ho ancora davanti gli occhi la felicità di mio figlio quando alla fine stanchissimo e sudatissimo mi ha detto quanto è stata bella la festa.



Ho iniziato esperimenti di cui vi parlerò più avanti



E poi ho provato l'emozione e l'orgoglio per la fiducia che mia sorella ha riposto in me, commissionandomi le bomboniere per il battesimo della mia splendida nipotina. (di sicuro quando saranno finite ne farò un post)

work in progress
E ancora ho giocato con i giochi che mia figlia continua a costruirsi da sola, come quelli trovati per esempio in questo libro http://www.giuntistore.it/customer/product.php?productid=12535&cat=95  (straconsigliato)


A presto... buona vita

martedì 25 settembre 2012

Un mio speciale ritratto

Ogni secondo libero che ha mia figlia lo passa disegnando. Disegna da sempre, disegna con qualsiasi cosa e su qualsiasi cosa. Ho perso il conto di tutti i documenti importanti sui quali non doveva di certo disegnare!!!
I disegni dei figli sono i loro punti di vista, sono l'angolazione di una realtà che magari noi non riusciamo a cogliere. Belli, o meno belli, colorati o scarabocchi non importa.
Ne ho talmente tanti (difficilmente riesco a buttarne via qualcuno) che a volte li metto via insieme senza guardarli e me ne perdo qualcuno per strada... tipo questo...


Impossibile dire che una foto sarebbe stata più fedele alla realtà.....

sabato 22 settembre 2012

Registi in erba e gioco ricicloso

Avete presente quei pomeriggi noiosi che sembrano non finire più? Quei pomeriggi nei quali per quanto ti "scervelli" non riesci a trovare qualcosa da far fare a dei figli annoiati che ti chiedono 1000 volte "mamma cosa faccio?"
Beh non pensavo che mi avrebbero salvata dalla situazione un tubo di una vecchia aspirapolvere, tre palline e un bicchiere di plastica. Il tutto portato da mio papà che con il fare di chi la sa lunga, mi spiegava che queste cose servivano per un gioco. E mentre "componeva" il gioco i miei figli buoni buoni si facevano coinvolgere da questo strano e apparentemente banale gioco.


E visto che i miei figli ultimamente hanno la fissa di fare i registi, per le spiegazioni del gioco vi lascio a questo filmato "girato" da loro... quando si dice "basta poco"...

video


E' quasi da una settimana che con questi pezzi da discarica ci giocano il pomeriggio, simulando olimpiadi, tornei, usando due tubi e creando gare incrociate e altro...


venerdì 21 settembre 2012

AIUTO per una internauta imbranata...

Aiuto, aiuto, aiuto non sò dire altro. Vi spiego. Purtroppo è già capitato a due blogger di trovare questo messaggio quando hanno cercato di aprire la pagina del mio blog:


Io non utilizzo Avast ma Norton. Ho scansionato tutto il PC ma risulta tutto protetto senza l'ombra di un virus. Ho provato a cercare qualche informazione in rete, ma non riesco a uscirne. Mi fà star male pensare che qualcuno viene a trovarmi e trova un messaggio di virus!!!! C'è qualche anima pia in questo web che mi aiuta??? Grazie mille in anticipo!!!

Aggiornamento: Ho fatto analizzare questo blog da Norton safe web e non risulta nulla di infetto o anomalo

lunedì 17 settembre 2012

DIY smalto fai da tè

Girovagando nella rete a volte si trovano delle idee pazzesche che sembrano quasi finte. E' quello che mi è capitato di pensare quando mi sono imbattuta in http://www.delightedmomma.com/2012/05/nails.html...smalto fai da tè???? questa proprio mi mancava. Dovevo per forza provarlo! E poi avevo tutto il materiale in casa. Sì perchè alla fin fine si tratta di riclare uno smalto trasparente e un'ombretto del colore che vogliamo e che magari non usiamo più.


Basta prelevare l'ombretto scelto grattandolo dalla cialda e versarlo nel vasetto dello smalto attraverso un cono fatto con del cartoncino.



Mescolare x bene con un bastoncino e il gioco è fatto. Il bello è che si può decidere quanto ombretto mettere a seconda del risultato, oppure miscelare più colori, cosa che non ho ancora fatto ma che proverò la prossima volta.
Per dovere di cronaca non è che si ottenga uno smalto con la stessa coprenza di uno chanel (ma chi ce l'ha??), ma è un modo a mio avviso carino per riciclare oggetti già presenti in casa che magari era da un pezzo che non usavamo. E poi come la mettiamo con la soddisfazione di dire: "Ti piace lo smalto? eh si l'ho fatto io" :))))



sabato 15 settembre 2012

sewing with her


Adesso che le vacanze estive sono finite, devo proprio ammettere che molte idee e progetti pensati per affrontare e non far annoiare i miei figli  durante l'estate, sono rimasti nella "scatola delle idee".
Ha prevalso invece l'improvvisazione e molte attività sono state ispirate proprio dai miei figli (con mia grande gioia). Come quando mia figlia mi ha chiesto: "mamma mi fai un cuscino per la mia camera? Magari andiamo insieme a scegliere la stoffa?" e io cogliendo la palla al balzo: "Perchè non te lo fai tutto da sola usando anche la macchina da cucire?'' Sapevo che con questa proposta l'avrei lasciata a bocca aperta! E così in poche mosse ha confezionato (ovviamente dietro mio attento controllo) il cuscino più veloce del mondo.


Abbiamo scelto della coloratissima stoffa ikea e tagliato un quadrato e due rettangoli della stessa altezza del quadrato ma con uno la larghezza un pò più stretta rispetto all'altro (in modo che si sovrapposti leggermente andassero a coprire la larghezza del quadrato rendendo inutile una cerniera). Abbiamo praticato un semplice zigzag su tutti i bordi e poi abbiamo imbastito con gli spilli.


Abbiamo cucito il tutto, risvoltato e....


... il cuscino era pronto da abbracciare!!! Ok non era un cuscino confezionato come avrebbe insegnato un qualsiasi manuale di cucito, ma è stato un bel modo per passare un pò di tempo insieme e magari sarà servito per insegnarle qualcosina, non fosse altro che l'amore per le cose fatte a mano.








venerdì 7 settembre 2012

Almeno ci provo!!

foto pessima dal cellulare...
- insalata greca
- insalata mista
- cous cous
 
Colorata, sana e anche deliziosa... quanto resisterò?


martedì 4 settembre 2012

Sono un diesel



Ma come è successo che fino a "ieri" avevo indosso sempre le infradito, con i piedi eternamente "sporchi" di sabbia, e adesso invece mi ritrovo catalputata in un frenetico settembre? Mi sento sdoppiata... è come se una parte di me (testa e pancia) fosse ancora beatamente al mare e il resto muove invece dei passi incerti nella quotidianità casalinga. Mi muovo nel caos settembrino fatto di riunioni, corse a comprare gli ultimi libri,  incastri di vari impegni per il nuovo anno scolastico! E non riesco a ingranare, non riesco a imboccare la strada che mi riporti in carreggiata... ma poi  è quello che voglio?


I nostri sono stati giorni lenti e pigri come deve essere una vacanza, con indosso sempre il costume, pareo  (a volte direttamente l'asciugamano) alla caccia di spiaggie nuove da esplorare.


Ed ancora una volta la natura ci stupisce, lasciandoci senza fiato con paesaggi che sorprendono, catturano.
Chilometri e chilometri persi nel nulla di una terra deserta, aspra con un caldo esagerato, e poi d'improvviso dopo una curva ti appare il mare di un abbagliante azzurro.


E quando è  possibile bagnarsi appena i piedi perchè il mare è tempesta, non ci resta che ammirare la sua potenza e maestosità...




Si intuisce che semplicemente adoro il mare?

C'è comunque una nota dolente, che non riesco a scacciare dai miei pensieri.
Noi scegliamo quasi sempre il campeggio come sistemazione per i nostri viaggi, e purtroppo questa volta ho sperimentato la maleducazione delle persone, il non saper rispettare l'altro. Nello specifico purtroppo mi riferisco alla continua confusione e rumore a ogni ora del giorno e della notte da parte di compagnie di campeggiatori (famiglie non adolescenti) con il tacito assenso della direzione del campeggio stesso. Direzione che dopo i nostri continui richiami ha un  pò mitigato la situazione. Ma a me un pò di amaro rimane... perchè non rispettare le regole (in questo caso del silenzio) che esistono e dover sempre per forza essere richiamati all'ordine come si fà per i bambini dell'asilo?
Il rispetto e il senso civico con dovrebbero andare in vacanza!